Nuovo teatro??? NON LO VOGLIAMO….

melefaipp6AL POSTO DEL NOSTRO GLORIOSO COMUNALE NON LO VOGLIAMO!

La speranza era flebile…la fiammella fioca…ma ci speravamo! Speravamo che non vincesse le comunali chi promette l’abbattimento della storia per…IL NULLA!

Questa la ‘promessa’ elettorale del nuovo sindaco di Teramo:

” nuovo Teatro

La struttura sorgerà sull’area del vecchio campo sportivo comunale, avrà forma esagonale e sarà realizzata con pietra del Tordino. La capienza sarà di 800 posti e lo spazio scenico si estenderà per 24 metri di larghezza e 15 metri di profondità, in grado di ospitare anche spettacoli impegnativi come, ad esempio, allestimenti di opere impossibili da rappresentare nell’attuale cineteatro Comunale. Il teatro, a cui di concerto con la Fondazione Tercas è stato dato un impulso decisivo, verrà realizzata utilizzando il project financing che non la farà gravare sulle casse del Comune né sulle tasche dei cittadini. Il sottosuolo del teatro sarà destinato ad un parcheggio di 450 posti auto, stalli che nelle ore serali saranno gratuiti. Inoltre l’intero complesso comprenderà cinque sale cinematografiche, due piazze che funzioneranno da collegamento con Porta Romana e strutture destinate a residenza e terziario, compreso un ristorante con giardino che troverà spazio all’ultimo piano. Il progetto comprende inoltre la riqualificazione dell’area retrostante il Santuario della Madonna delle Grazie, per cui l’intera area cantierata occuperà una volumetria di 11.000 mq di cantiere, a cui sommare i 5.500 mq  della zona dell’ex stadio comunale. Già sottoposto all’approvazione del Consiglio Comunale, il progetto in questione è stato redatto da uno staff di architetti e consulenti teramani, tra cui figura Michele Reginaldi, architetto di chiara fama internazionale, in collaborazione con l’architetto Malgrande, già direttore tecnico del Teatro alla Scala di Milano. Nella struttura sono previste anche una sala prove in un “ridotto” di 200 posti, perché sia consentita l’esecuzione di più eventi in contemporanea e, se necessario, le prove alle compagnie teatrali o liriche. Il complesso teatrale intende conciliare modernità e tradizione e per questo è stata scelta una struttura tipo “cavea” di teatro lirico, con palchi e loggione, che si richiama ad uno stile classico. Il problema dei costi della gestione è stato risolto con l’affidamento a privati del multisala.”

Noi tutti ci chiediamo: ma perchè proprio il Comunale? Perchè voler abbattere la storia, la memoria, i ricordi?
Perchè in questo progetto c’è la mano della Tercas che fino a qualche anno fa non avrebbe mai permesso di spodestare la Teramo Calcio dalla sua casa?

Ci sono tanti luoghi a Teramo che avrebbero avuto pari se non maggiore adattabilità al suddetto progetto…Ad esempio la ex Villeroy…per citarne solo una!

Perchè il comunale? Noi tifosi (chiamateci pure nostalgici, chiamateci pure illusi) non ci stiamo!!!

IL COMUNALE E’ LA CASA DEL TERAMO E DEI SUOI TIFOSI, ORA PIU’ CHE MAI!!

Ora che il Teramo una casa sua non ce l’ha, ora che su quel manto corrono centinaia di ragazzini, ora che finalmente ci vien da sorridere vedendo un settore giovanile fiorente e con tante ambizioni, ora che avete dato uno stadio in gestione a colui che del Teramo, di Teramo e dei suoi TIFOSI, interessa ben poco!!!

Spiegateci Voi i perchè!! Perchè il Teramo non può avere più una sua casa? Perchè questi ragazzini non possono giocare correndo dietro una palla rotonda? Perch non costruire in aree diverse e magari più idonee??

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: