Teramo Jesina 2-1

Questo slideshow richiede JavaScript.

Una di quelle partite che farebbero riconciliare con il calcio chi con il calcio aveva litigato, una di quelle partite che farebbero tifare chi il tifo lo aveva bandito, una di quelle gare che ti fa tornare a casa felice a prescindere dal risultato. Certamente il Teramo di mister Cifaldi ha vinto, ed ha vinto benissimo, e quindi tutti più contenti. Una gara spettacolare in campo, sugli spalti e fuori, grazie a qualche scaramuccia prima della partita. Sì perchè ieri si è respirata un aria diversa..si giocava contro una squadra marchigiana, si giocava contro una tifoseria che nonostante il turno infrasettimanale e l’infausta ora è accorsa in buon numero a Teramo, circa 100 i tifosi Jesini.

La partecipazione sugli spalti è stata a buonissimi livelli con circa 1600 spettatori sugli spalti, non pochi giocando a quell’ora. Appunto l’orario: UNO SCEMPIO giocare una gara sì tanto importante alle ore 15, ma forse la dirigenza marchigiana pensava di avere dei vantaggi nel giocare presto, magari limitando la presenza sugli spalti del pubblico Teramano…ma chi troppo vuole nulla stringe…

Un 2-1 che sta strettissimo ai ragazzi di Cifaldi, che più volte hanno sfiorato il 3° gol..con Arcamone su punizione e Orta in percussione il primo tempo ma clamorosamente il secondo tempo con un palo di Arcamone solo dinanzi alla porta e un errore di Mario Orta che dinanzi al portiere ospite si fa ipnotizzare.

Ottimo, forse il migliore della stagione, l’apporto del pubblico, e stavolta anche della tribuna, a testimonianza che il popolo biancorosso quando è chiamato in causa risponde presente.

Spettacolare la curva che ha sostenuto, trascinato i ragazzi in campo…

Nota negativa: a 10 minuti dalla fine all’annuncio della chiusura dei cancelli per far defluire la ‘numerossissima e pericolossissima’ tifoseria ospite centinaia di spettatori hanno abbandonato la tribuna. Il teramo ha giocato fino al 95° e come giocano i ragazzi noi dovremmo fare il nostro sugli spalti fino al fischio finale.

Ancora una volta oggi c’è stata la dimostrazione di come si costruisce uno stadio, “il più a norma d’Italia!”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: