Ironia della sorte? Teramo Recanatese 3-1

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ironia della sorte o semplicemente casualità? Concidenze che fanno ben sperare o semplicemente una partita come altre? Il 27 febbraio nella terra Leopardiana iniziò la discesa del Teramo allora targato Cifaldi(stagione 2010/11). A Recanati, allora, finì con lo stesso risultato di ieri ma con punteggio inverso.  Allora finì 3-1 per la Recanatese, risultato e prestazione che sancirono l’esonero di Cifaldi, che sancirono il periodo no del Teramo, che misero in evidenza, ancora di più, quelle che erano le lacune di quella squadra.  
Oggi è accaduto tutto l’inverso, ha evidenziato una forza impressionante del gruppo capeggiato dal bravissimo Cappellacci. Oggi ha evidenziato ancor di più che questo Teramo ha le idee chiare, che ha gioco, schemi, grinta da vendere. Ha evidenziato che ha corsa, cattiveria agonistica, che ha il miglior attacco del girone, che ha il gioco più bello degli ultimi 10 anni. Che ha dei giocatori che non fanno sentire la mancanza di altri, che ha un gruppo che può solo migliorare. Ma più di ogni altra cosa che ha un allenatore capace di leggere le partite come pochi, allenatore che sa correggere e modificare l’assetto in campo e che sa fare scelte anche difficili a tutto vantaggio della squadra e dei risultati. Il 3-1 finale sta anche stretto al Teramo, che segna con Petrella, dopo un azione strappa applausi, Bucchi e Masini nell’ordine e che sfiora il gol 2 volte con Bucchi solo dinanzi la porta, con Petrella che colpisce un palo con il poirtiere ospite battuto e con Masini che da quest’ultimo si fa ipnotizzare. La Recanatese si rende pericolosa solo ad inizio partita con un colpo di testa di Chicco e segna su rigore grazie ad un penalty concesso per ingenuità di Borrelli(fallo di mano..involontario). L’Ancona resta a 4 punti vincendo in casa con il Luco Canistro. I Dorici vincono ma non convincono, ed ottengono 3 punti che per i marsicani sanno di beffa. Ma se il teramo continua così, e non abbiamo motivi per dubitare diversamente, non ce ne sarà per nessuno. Buona la cornice di pubblico allo stadio ‘patronale’ che ieri era più freddo che mai. Certamente vista l’iniziativa della società del MAXI BIGLIETTO, visto che si tornava fra le mura amiche dopo ben 2 mesi, visto il cammino trionfale dei Diavoli ed il ritrovato entusiasmo sugli spalti, ci aspettavamo qualche presenza in più. Ma il cammino è lungo ed i Teramani ci hanno abituato che sanno sempre rispondere presente nei momenti topici. Va bene così, avanti per la nostra strada, pensando a noi, solo a noi, in campo e sugli spalti.

Forza Diavolo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: