Santegidiese Teramo 0-2

Questo slideshow richiede JavaScript.

La gara con la Sant era una gara importantissima. Importantissima per riprendere il cammino qualche settimana prima perso, per continuare quello iniziato con l’Isernia. Importante perchè il campo di Sant’Egidio è sempre stato un campo difficile e perchè mister Favo sa leggere bene le partite e trovare le contromisure all’avversario di turno. Contromisure che hanno funzionato nel primo tempo, dove il pressing alto e sui portatori di palla bianco rossi hanno limitato le iniziative dei ragazzi di mister Cappellacci.
E’ vero anche che il Teramo ci ha un pò abituato a dei primi tempi di studio, per capire meglio gli avversari e poi dare tutto nella ripresa. Così è stato in Vibrata dove un primo tempo di studio ha fatto segnare poche palle da gol a favore dei diavoli, infatti solo Ciampi prima e Masini poi hanno avuto fra i piedi palle buone per realizzare, e nessuna a favore dei giallo rossi di mister Favo. Nella ripresa il Teramo entra in campo con un piglio diverso, con il piglio di chi la partita la vuol vincere. E’ un intuizione di Borrelli su punizione a portare il Teramo in vantaggio che poi ancora con Borrelli e Masini, che colpirà una clamorosa traversa, sfiorerà la seconda segnatura. Il gol dello 0-2 arriva con Arcamone che ruba il tempo della battuta a rete a Bucchi su suggerimento di Ekani. Nel mezzo tanto cuore dei vibratiani, tanta grinta ma solo Ragatzu riesce a tirare in porta verso Serraiocco.
Finisce 2-0 una partita che consolida il Teramo ancora primo in classifica a +4 sulla Samb vittoriosa in casa contro l’Ancona che, forse, ormai, si può chiamare fuori dai giochi promozione essendo finita 4° a -7…
In casa vibratiana buono il numero dei supporter teramani, infatti sono risultati esauriti i biglietti messi a nostra disposizione che erano solo 360. Quello che conta è la partecipazione ed il coinvolgimento che non’è mancato. Costante e continuo l’apporto sugli spalti con, finalemente, anche qualche bandiera e colore in più, che non guasta mai.
Bisogna continuare su questa strada, sia per quanto riguarda i ragazzi di mister Cappellacci sia per quanto riguarda noi sugli spalti.
Dovremo continuare a non sbagliare sul rettangolo di gioco continuando a vincere già da domenica prossima con la Renato Curi Angolana  , dovremo continuare a lottare, cantare e sostenere i nostri colori come fatto ieri a Sant’Egidio, a prescindere dall’avversario di turno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: