Teramo – R.C.Angolana 4-0, cammino da Teramo..

Questo slideshow richiede JavaScript.

3 vittorie, 9 punti, 11 gol fatti, nessun gol subito. Sono questi i numeri del dopo ‘debacle’, del dopo Ancona-Civitanova. Lo avevamo detto che la squadra vista nelle marche non aveva demeritato e che gli episodi avevano condannato i ragazzi di mister Cappellacci. La squadra non era allo sbando, certamente non aveva, più nella testa che nelle gambe, la lucidità vista fino alla partita contro la Vis Pesaro. Le disattenzioni di Riccione, l’approccio avuto ad Ancona e il nervosismo di Civitanova rappresentano una parentesi che brillantemente i diavoli bianco rossi hanno superato a suon di gol. Certamente nulla ancora è stato fatto, nulla ancora può essere dato per scontato, anche perchè dietro c’è una Samb che non molla e che ha fatto segnare una striscia di ben 10 vittorie consecutive.
Tornando alla gara di domenica la Renato Curi, grazie anche alla cura Miani, facendo un gioco assolutamente difensivo, giocando cortissimi, applicando il fuorigioco in modo scientifico e giocando in 11 dietro la palla è riuscita a mettere in difficoltà le bocche da fuoco teramane. Partita che sembrava essere incanalata sul risultato ad occhiali, ma quest’anno il Teramo ha chi le gare le può cambiare. Dalla panchina, al posto di un acciaccato Borrelli ed un ritrovato titolare Arcamone, che però si farà nuovamente male, entrano Laboraggine e Masini.
Proprio questi spianeranno la strada al Teramo verso un punteggio fin troppo penalizzante per i pescaresi. E’ proprio Laboragine ad effetture il primo cross per il vantaggio siglato da Bucchi ed ancora lui che recupera una palla in attacco e crossa ancora per il bravo rapinatore d’area Bucchi. Masini è di un altro pianeta e la sua velocità, i suoi tempi d’inserimento diventano un incubo per la retroguardia Angolana. Prima Un gol sfiorato, poi un rigore ottenuto e reaizzato da Laboragine, poi ancora un gol evitato sulla linea di porta dai difensori della R.C. ed infine il giusto sigillo del 4-0. Insomma quest’anno c’è chi in campo ed in panchina è in grado di cambiare le sorti di un incontro nato storto.

Due note: la prima riguardante la battaglia vinta per il nostro glorioso comunale, unico vero stadio della città di Teramo, che non sarà più oggetto del project financing proposto dal comune, la seconda la presenza sugli spalti deludente, vuoi per il freddo, vuoi per un’avversaria non di cartello, ma attenuanti che non possono esserci, perchè Teramo, il Teramo di quest’anno, questa società, questi ragazzi che sudano per la nostra maglia meritano tanto di più…
Non esistono solo le partite di cartello, e non’è giusto salire sul carro dei vincitori quando minimamente si è combattuto per vincere. La nostra ‘lotta’ è sugli spalti ad incitare il nostro Teramo a sostenere i nostri colori.

Annunci

Una Risposta to “Teramo – R.C.Angolana 4-0, cammino da Teramo..”

  1. […] Fonte articolo Pubblicato in News Riccione […]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: