Teramo Pontedera 2-0, ad appena 672 km dal sogno!

Questo slideshow richiede JavaScript.

La vittoria di ieri contro il Pontedera ci porta a soli 672 km da quello che solo pochi mesi fa era un traguardo neppure immaginabile nei nostri sogni più positivi. La vittoria di ieri ci porta a 672 Km da Teramo in quel di Savona, stadio “V. Bacigalupo”, dove potremo scrivere la storia della Teramo calcio. Ci porta a 672 km dove potremo festeggiare il massimo traguardo calcistico mai raggunto dai diavoli biancorossi. La gara contro il Pontedera l’avevamo immaginata proprio così..partita dove anche le cose più facili sarebbero diventate difficili, dove un normale portiere sarebbe diventato il superman di turno, dove il giocatore più prolifico del campionato non avrebbe segnato neppure a porta vuota. I due gol che sembravano già fatti capitati nei piedi di Donnarumma, il miracolo sulla punizione di Lapadula di superman Anacoura ed altre occasioni sembravano darci ragione.. Ma ieri non avevamo ben ponderato quello che poteva e che sarebbe stato l’apporto dei 7.200 del Bonolis e non avevamo ben calcolato la voglia di vincere di una squadra che ha saputo mantenere i nervi saldi, attaccando con raziocinio ed intelligenza riuscendo ad ottenere una vittoria importantissima e meritatissima. I gol di Lapadula, che realizza 2 reti  meravigliose, sono il giusto epilogo per i 7200 teramani che hanno polverizzato ogni record di presenze in 102 anni di storia. Proprio a questo dato vorremmo dare altro risalto. Quello fatto da questa società per avvicinare più gente al club ha dell’incredibile; abbiamo sempre sostenuto che questo stadio era troppo grande per Teramo, che mai avremmo avuto la forza, nei numeri, per poterlo riempire, di colpo, invece, all’indomani di una sconfitta in quel di Prato e contro il Pontedera che, con tutto il rispetto, non’è l’Ascoli in termini di richiamo, lo stadio è diventato piccolo piccolo. Straripante di bambini che correvano, colmo di famiglie e di giovani ragazzi di questa e quella scuola calcio, di questa o quella frazione. Ieri e non solo ieri c’era Teramo, c’era la provincia intera che forse, per la prima volta (finalmente), si è riconosciuta come non mai nei colori del DIAVOLO! L’ultima nota, meno di colore e più di polemica, riguarda la nostra diretta inseguitrice. L’Ascoli nelle ultime 2 gare sembrerebbe rinato visto le 2 vittorie, rinascita dovuta, in verità, a situazioni dubbie che stranamente volgono sempre a favore dei marchigiani. Contro la carrarese, sotto di un gol si sono ritrovati per quasi un tempo in superiorità numerica riuscendo ad agguantare la vittoria al 93° con i difensori che sembravano dire ad Altinier ‘prego si accomodi’, storia analoga a Santarcangelo dove il 2-0 viene favorito, guarda caso, da un rigore a favore dell’Ascoli ed espulsione del difensore romagnolo facendo restare il Santarcangelo in 10 per oltre un tempo.
Sarà un caso, ma noi tifosi del Diavolo la puzza sotto al naso l’abbiamo sempre avuta e siccome a noi, nella nostra storia centenaria, non’ha mai regalato nulla nessuno, piuttosto ci è stato tolto anzichè dato, tanto chiaro non riusciamo a vedereci!

Per fortuna ora il destino è SOLO ED ESCLUSIVAMENTE nelle nostre mani e sabato a Savona andremo a scrivere definitivamente la storia ed a svegliarci dal sogno..direttamente in paradiso… Forza TERAMO!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: