Archivio per combine

Non si molla un cazzo! Ma la giustizia sportiva nei confronti dell’Ascoli?

Posted in News with tags , , , , , , , on 3 settembre 2015 by Fabrizio

calcio-sporcoNon vogliamo che scenda l’attenzione sul caso Teramo. Non vogliamo che come sempre, quando accade un’ingiustizia, da tutti riconosciuta come tale, passi nel dimenticatoio. Non vogliamo rimanere inermi difronte ad un omicidio sportivo ed economico perpetrato ai danni di Teramo e della Teramo calcio.

Ci siamo voluti divertire un pò partendo dall’assunto che quando si emette una sentenza si giudica colui che è accusato del reato. Mai ci era capitato di vedere emessa una sentenza, dove in base alla pena inflitta all’accusato, si dicesse a chi questa pena avrebbe dovuto portare dei benefici.
Proprio sulla squadra che è stata indicata (incredibile ma vero) come colei che avrebbe beneficiato delle conseguenze scaturenti dalla pena inflitta al Teramo, abbiamo voluto vedere cosa ha  fatto negli ultimi anni la giustizia sportiva.

Partiamo dal 2003, giusto per non andare troppo lontani, perchè di ipotesi di combine ai danni dell’ascoli ce ne sono davvero tante, oseremmo dire troppe.

Ascoli – Palermo 1-2 campionato 2002-2003 : riferimento Ascoli Palermo

Ascoli – Albinoleffe 3-2  del 17 maggio 2008 : Riferimento Ascoli Albinoleffe

Ascoli – Parma campionato 2009: riferimento Ascoli Parma

Ascoli – Atalanta 1-1 del 12 marzo 2011 : Riferimento Ascoli Atalanta

Modena-Ascoli del 22 gennaio 2011, Livorno-Ascoli del 7 aprile 2013 (3-0), Ascoli-Ternana del 11 maggio 2013 (2-1)   : riferimenti 

:Ascoli Livorno era combinata

Ascoli-Ancona 5-3 del 23 agosto 2014 : riferimento Ascoli Ancona

Santarcangelo – Ascoli  1-2 del 25 aprile 2015 : riferimento

 

 

Non abbiamo voluto scavare oltre, ma vi garantiamo che ne escono tantissime di presunte combine e di situazioni quantomeno sospette.
Non siamo voluti entrare nel merito di fallimenti dove si è mantenuta la stessa categoria con i milioni di debiti azzerati,  quando il Teramo è dovuto ripartire dalla promozione.
Non entriamo nel merito processuale, ma delle domande siamo obbligati a porle ed a porcele:

Cos’ha fatto la giustizia sportiva difronte a tutte queste ipotesi di combine e reato? NULLA!
Come mai la maggior parte delle partite che erano sotto la lente d’ingrandimento non sono state mai esaminate cadendo in prescrizione?
Come mai molti filoni d’inchiesta non hanno avuto seguito?
Come mai si è data priorità a casi scoppiati successivamente come, appunto, Savona – Teramo e non magari Santarcangelo-Ascoli? Perchè tanta fretta con noi e nessuna fretta con l’Ascoli?

Certamente non siamo nè giudici nè avvocati, ma come per la corte di primo e secondo grado dove gli indizi hanno avuto un valore maggiore delle prove, in tutti questi esempi che abbiamo riportato di indizi (e di testimoniante che sono prove) ce ne sono tantissimi. Perchè per il caso Teramo gli indizzi hanno avuto un peso così importante ed invece in questi casi nonostante i tanti indizi e le tantissime partite sotto inchiesta non si è andato avanti con i processi? Perchè queste disparità? Cosa c’è sotto? Chi muove i fili delle varie marionette?

 

NON MOLLIAMO UN CAZZO E SAREMO SEMPRE PIU’ VIGILI!

 

A proposito. A distanza di 5 giorni dall’uscita del dispositivo ancora non vediamo le motivazioni che hanno portato alla sentenza. Come mai? Possibile che ci vogliano 5 giorni per pubblicare delle motivazioni che dovrebbero essere scritte prima dell’emissione della sentenza stessa???

Annunci

Combine Savona – Teramo?

Posted in News with tags , , , , , , , , on 6 luglio 2015 by Fabrizio

Siamo stufi di leggere quotidiani che anzichè fare mera informazione si ergono a giudici ed emettono sentenze. Siamo stufi di vedere telegiornali che mandano conversazioni estrapolando solo ciò che loro interessa per sostenere la tesi dell’accusa. Siamo stufi di coloro che si facevano selfie nei giorni delle vittorie e che oggi sparano a zero verso questa società e verso i ns colori. Siamo stufi dei media marchigiani che sperano nelle disgrazie altrui per averne proprio beneficio. Siamo stufi degli Ascolani che insinuano, accusano e si autoproclamano già in B. Siamo stufi dei vari blogger che si dichiarano vicini alla Teramo calcio e vicini al presidente, ma che non si esimono dal condannare, giudicare ed infamare o addirittura dare consigli ‘morali’. Siamo stufi di tutti coloro che giudicano senza attendere una sentenza definitiva o addirittura concedere quanto meno il beneficio del dubbio. Si è innocenti fino a prova contraria, ci sembra.

Già il dubbio. Dalle intercettazioni di dubbi a noi che amiamo questi colori ne sorgono tanti, anzi troppi. Il presidente che dialoga, fra l’altro neppure col suo telefono, con Di Nicola, il quale si semplicemente congratula ricevendo i ringraziamenti del presidente, non può essere fonte di accusa nè tanto meno certezza di combine. Il presidente ha probabilmente la sola ‘colpa’ di essere da tempo conoscente dello stesso Di Nicola.
Le altre accuse si basano su presunti incontri e presunti pagamenti a presunti giocatori al momento non identificati (!!??).
E’ vero non siamo avvocati, ma delle accuse non dovrebbero basarsi su delle prove certe? Le accuse di scambi di denaro non dovrebbero essere certificati e/o dimostrati? I soldi non dovrebbero essere stati incassati da qualcuno? Da chi? Come? Quando?

Ogni indivuduo, chiaramente, in base a quello fatto emergere, può farsi delle idee, avere un proprio pensiero, ma gli organi di informazione no!
Gli organi d’informazione devono mettere in evidenza una notizia, magari enfatizzarla, ma non possono interpretarla, non possono alterarla, non possono esprimere un parere.
Il giornalismo è spesso definito il quarto potere (dopo quelli legislativo, esecutivo e giudiziario), per l’importanza che in uno stato democratico dovrebbe rivestire e per gli interessi che coinvolge e contrasta, motivo per cui non dovrebbe fuorviare, non dovrebbe interpretare e non PUO’ giudicare, figuriamoci ritenere già colpevole chiccessia prima che si svolga un regolare processo.

Il Teramo calcio merita rispetto, rispetto che il più delle volte viene a mancare proprio da media e personaggi locali, personaggi che invece dovrebbero difendere con denti ed unghia quello conquistato con sacrifici e sudore.
Campitelli per quello fatto in questi sette anni merita, da parte di noi tifosi, pieno appoggio e piena solidarietà fino a quella prova contraria che siamo certi mai ci sarà.
Medesima cosa per Di Giuseppe che non può essere accusato o condannato per delle chiacchiere telefoniche non confutate da alcun fatto.

Noi saremo vicini fino alla fine al Teramo ed alla società che lo rappresenta e che ci ha raccolto dal baratro per portarci fino alle stelle..e su di esse giocheremo alla faccia di tutti coloro che remano contro, che si augurano il nostro male per il loro bene. Lo faremo alla faccia degli invidiosi e dei voltagabbana, lo fare alla faccia di coloro che sul carro dei vincitori sono saliti tanto facilmente quanto facilmente sono scesi per puntare il dito.

Noi saremo contro quelle persone cattive che ti mandavano quei messaggi cattivi caro Luciano. Noi siamo con il Teramo, siamo con Teramo siamo BIANCOROSSI!!!