Archivio per curva est

Comunicato

Posted in News with tags , , , , , on 29 luglio 2017 by Fabrizio

La nostra vita sportiva, legata esclusivamente ai colori BiancoRossi, si è sempre e solo svolta in curva, a sostegno dei nostri colori supportando in ogni occasione il tifo organizzato teramano, uno dei più coerenti, fieri e coreografici di tutta Italia.

Stavolta, però, crediamo che si sia superata quella linea sottile che divide il tifoso ultras da qualcosa di diverso.
Non ci sentiamo, infatti, di giustificare nessuna aggressione, seppur conseguente ad una situazione che ha destabilizzato e minato una tifoseria, una città, una società che solo fino a due anni fa sembravano essere un corpo unico.
Abbiamo voluto ripercorrere mentalmente, e non solo, tutto quello che l’attuale società ha fatto per il Teramo, per Teramo città e la Tifoseria.

Abbiamo ricordato di amichevoli che sarebbe stato meglio non disputare, di trattative che sarebbe stato meglio non intraprendere; abbiamo ripensato e riesaminato i fatti di Savona. Abbiamo anche pensato, però, che oggi ci chiamiamo ancora Teramo Calcio, a tutte le situazioni dove la società prima di intraprendere un’iniziativa ha tenuto conto del desiderio della piazza. Abbiamo ripensato alle trattative non portate a termine per un determinato giocatore che alla piazza non piaceva o viceversa all’ingaggio di giocatori o dirigenti che la piazza avrebbe gradito vedere nuovamente indossare i ns meravigliosi colori.
Abbiamo pensato a quanto è difficile fare calcio in una città che non ha neppure uno stadio proprio ma di proprietà di un privato, alla totale assenza di un’amministrazione che prima dell’era Campitelli in un modo o nell’altro la Teramo Calcio la sosteneva ed aiutava.
Abbiamo allora ripreso quello che Sant’Agostino diceva nei suoi sermoni: Humanum fuit errare, diabolicum est per animositatem in errore manere (“cadere nell’errore è stato proprio dell’uomo, ma è diabolico perseverare nell’errore per superbia”). Errore che è stato commesso da Campitelli per il quale ha pagato lui, il Teramo, la nostra città e noi tifosi tutti.
Va però riconosciuto che altri avrebbero abbandonato la barca e l’avrebbero lasciata affondare come va rimarcato che per ben due volte, pubblicamente, il presidente ha chiesto scusa a tutta la città.

Dopo tutto ciò con grandissimo rammarico e dopo una lunga ed oculata riflessione, abbiamo deciso di comunicare che la prossima stagione, se le cose non dovessero tornare verso la giusta direzione, seguiremo la nostra amata squadra in un settore che mai avremmo pensato di occupare e che non ci appartiene per natura, ma a mali estremi estremi rimedi.
Seguiremo il Diavolo dai distinti, sempre sostenendo i nostri colori ed urlando al cielo le tre sillabe più belle della lingua italiana :TE – RA – MO!

 

Annunci

Repressione ed abuso. Basta!

Posted in News with tags , , , , , , , , , , , , on 4 maggio 2012 by Fabrizio

SE QUEST’ANNO EMOZIONI AVETE PROVATO E’ MERITO DEGLI ULTRAS E DI QUELLO CHE HANNO RICREATO, L’ENNESIMO ABUSO CI HA FATTO FUORI… OVUNQUE E COMUNQUE DIFENDEREMO I NOSTRI COLORI.

Nella giornata di ieri cinque esponenti del movimento ultras cittadino sono stati raggiunti da ennesimi provvedimenti restrittivi che impongono agli stessi di non poter assistere a manifestazioni sportive ed alle gare disputate dal Teramo per la durata, rispettivamente di tre anni a tre di essi e di due anni agli altri due. I fatti si riferiscono alla gara interna con il Riccione: ai primi tre viene contestato il tentativo di entrare all’interno dello stadio uno striscione che solidarizzava con un esponente della curva attualmente sottoposto ad arresti domiciliari; lo stesso striscione (riuscito alla fine ad entrare), come tutti avranno potuto leggere durante la partita, non aveva alcun riferimento offensivo, né entrava nel merito dei fatti, ma il solo obbiettivo, appunto, di esprimere solidarietà ad un fratello di curva. Tentare di impedire l’ingresso di uno striscione del genere va a ledere sacrosante libertà d’espressione costituendo, di fatto, un atto repressivo grave, ancor di più se a ciò si aggiungono denunce e diffide. Agli altri due ragazzi viene contestata invece un’invasione di campo, quando a fine partita, gli stessi scendevano dalla rete per abbracciare i giocatori, venuti a festeggiare la vittoria sotto il nostro settore, rientrando subito dopo all’interno del settore stesso: per questo “violentissimo” atto la questura ha ritenuto di comminare loro un daspo in quanto ”minacciavano l’ordine e la sicurezza pubblica”.
Detto ciò e considerato che conviviamo da anni con un’asfissiante repressione, rei esclusivamente di essere una delle poche voci libere di questa città e di non aver mai abbassato la testa ai soprusi
continui di questi signori, dobbiamo amaramente constatare che, negli ultimi tempi, la situazione si è fatta davvero insopportabile: siamo diventati ormai da anni carne da macello per gente che ha deciso di fare carriera con le nostre esistenze, terra bruciata intorno alle nostre vite in un sistematico tiro al bersaglio messo in piedi ad hoc dalla questura locale, fatto di provocazioni ed abusi di potere, dai quali si susseguono a pioggia arresti, denunce e diffide per i motivi più irrisori che hanno il solo obbiettivo di colpirci come movimento: negli ultimi quattro anni non c’è una sola diffida che vada a motivare “la minaccia sociale e di ordine pubblico” per il quale il provvedimento stesso dovrebbe essere emesso.
Vogliamo denunciare con questo ennesimo episodio una situazione divenuta insostenibile, dove l’essere Ultras, l’appartenere a testa alta ad un movimento pensante, il concepire lo stadio non solo come luogo freddo ed asettico dove assistere semplicemente ad una gara di calcio, ma viverlo come siamo abituati a fare, con la passione ed i valori dettati dal nostro modo di essere e che da sempre ci
contraddistinguono, rappresentano motivo di persecuzione e discriminazione, che sfocia in provvedimenti repressivi sempre più gravi, ancor prima di aver commesso qualsiasi atto davvero
condannabile. Siamo alla gogna di questi signori che vogliono far passare, non ci stancheremo mai di dirlo, qualsiasi forma di aggregazione e di espressione di un libero pensiero in allarme
sociale.
Per tutto ciò domenica, in occasione della gara interna con l’Ancona, il settore che abitualmente occupiamo rimarrà in silenzio, per esprimere solidarietà ai ragazzi ingiustamente diffidati e per dimostrare a tutti, ancora una volta, cosa vuol dire uno stadio silenzioso e privo di colore, uno stadio privo di Ultras, uno stadio ad immagine e somiglianza di quello che i signori della locale questura vogliono da sempre ma che non avranno finché in questa città Noi continueremo orgogliosamente a gridare la nostra appartenenza ultras e l’amore che proviamo per questi colori. Per questo invitiamo tutti coloro che in questi anni ci hanno dimostrato vicinanza di appoggiare la nostra scelta nel rispetto della volontà di onorare i nostri ideali.

 

DIFFIDATI CURVA EST

La seconda è del Teramo! 3-1 contro la Sant!

Posted in News with tags , , , , , , , , on 19 settembre 2011 by Fabrizio

Questo slideshow richiede JavaScript.

Una partita emozionante quella contro la Santegidiese. Sant che si era aggiudicata la prima delle due sfide in programma in questa settimana. Sant che si è trovata dinanzi un Teramo diverso, più cinico e voglioso, il vero Teramo che non era sceso in campo mercoledì scorso.
Vittoria dedicata a Bruno Iaconi, indimenticato ultras della curva. Buonissima presenza in curva con una partecipazione, un tifo, un calore, sempre più crescente verso una curva che più ci rappresenta e più carica i ragazzi in campo.
L’obiettivo è quello di crescere, di coinvolgere quante più persone possibili per essere quelli che siamo sempre stati, per essere il 12° uomo in campo.
La partita ci ha confermato che il Teramo è sulla stada giusta, una squadra che evidenzia l’impronta di mister Cappellacci, una squadra che gioca sugli esterni, che fa dei tocchi di prima il suo credo. C’è gioco, ci sono idee, ci sono i risultati.
Il risultato finale è di 3-1 per i Diavoli con doppietta di Arcamone (alla sua 4° segnatura consecutiva fra campionato e coppa) e gol di un Masini straripante. A proposito di Masini ”m’ha fatt ammattì”  la sua esultanza dopo il primo gol di Arcamone.
Gli under quest’anno sono davvero forti, tutti, nessuno escluso. Un Petrella super, insieme a De Fabritis e  Tomasselli che fanno la differenza, ma in positivo.
Ah già dimenticavo, c’erano i tifosi della Santegidiese, in un numero di circa 100-150 unità e nonostante la non massiccia presenza ancora una volta siamo rimasti chiusi nello stadio più sicuro d’Italia per facilitare il loro deflusso .
Mha…

Ciao Bru’!

Posted in Amarcord, News with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 27 settembre 2009 by Fabrizio

Un anno è passato dalla tua scomparsa, ma vivo e presente è il tuo ricordo, sempre.

Il Gol di Orta, quando noi tutti eravamo sotto il tuo bandierone, è sembrato un messaggio, pareva volessi dirci:

OH, CA I CI STING!

 

Ce lo abbiamo avuto Noi, BRUNO BRUNO..

(articolo del 19/09/2008)

Dopo altri illustrissimi tifosi del diavolo recentemente scomparsi, Mbaiatell, Nani, solo x citarne alcuni, anche il mitico Bruno ci ha lasciato.

Mai dimenicheremo il suo spirito gogliardico, la sua allegria, il suo donare un sorriso sempre e comunque. Mai dimenticheremo il tuo barcollo ma non mollo…

Rimarrai sempre nei nostri ricordi…Ciao Brù!

Bru Bru Bru, Bruno Iaconi, col vino rosso hai fatto un patto, ti sei scolato tutto il fiasco, Bru Bru Bru, Bruno Iaconi…

Si ringraziano i Vecchi Pivieri per la foto!

The END:Coppa Nello Mancini…e grazie a tutti!

Posted in News with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 26 maggio 2009 by Fabrizio

Teramo Montesilvano...Finisce 2-1 per il Montesilvano la sfida per assegnare la coppa Mancini e per decretare la migliore squadra dei due gironi di promozione.

Vince il Montesilvano, non meritando a nostro avviso l’intera posta in palio, anche perchè si è vista ‘regalare’ i due goals che gli hanno permesso di ribaltare il risultato. Un rigore inesistente prima ed un grossolano errore della difesa poi. Il Teramo infatti era andato in vantaggio nel primo tempo con Mario Orta, fra l’altro unico lampo dei primi 45′.

Certamente non ci si aspettava una gara su ritmi forsennati, anche a causa del notevole caldo, ma un pò di grinta sì…

Alla fine siamo stati accontentati visto che la gara, dopo i ripetuti errori della terna arbitrale, ed il ribaltamento del risultato a favore dei Pescaresi, si accendeva, arrivando a finire la stessa 9 contro 9 con anche l’aspulsione di mister Valbruni.

5 espulsi alla fine ed un nervosismo, in campo, fuori luogo, per una coppa che probabilmente non interessava a nessuno..

Si chiude qui la stagione del real (scusate ma lo dovevamo mettere) Teramo, sperando che possa anche essere l’ultima con quel prefisso. Si chiude con la vittoria del campionato ottenuta con larghissimo anticipo, si chiude con 91 punti e ben 22 lunghezze di vantaggio sulla seconda e cioè il Mosciano.

Si chiude finalmente un calvario iniziato nell’agosto del 2008 quando scompariva la Teramo Calcio Spa ed un gruppo di amici iscriveva il real Teramo ad un campionato dilettantistico consentendo poi a Campitelli e soci di poter dare seguito ad una tradizione e ad una storia che va avanti dal 1913.

A tal proposito riteniamo doveroso citare lo scomparso Sandro Martegiani che è stato uno di coloro che ha dato il la al nuovo corso, e se oggi siamo qui ancora a parlare di calcio, del NOSTRO TERAMO, di una promozione, di allenatori e giocaori per la prossima stagione lo dobbiamo anche a lui.

A proposito di allenatori la società ha ufficializzato l’ingaggio di Izzotti Domenico, di seguito il cominicato:

 COMUNICATO STAMPA

Teramo, 26.05.2009

La S.S.D. Real Teramo comunica di aver raggiunto l’accordo con il Signor Domenico Izzotti, il quale ricoprirà l’incarico di allenatore della prima squadra per la stagione sportiva 2009-2010. La composizione dello staff tecnico verrà resa nota in altra data. Giovedì 28.05.2009, alle ore 16.00, presso la Sala Conferenze dello Stadio Comunale di Piano d’Accio, si terrà la conferenza stampa di presentazione del nuovo tecnico.

 
 

Con l’occasione la Società ringrazia il Sig. Antonio Valbruni, giunto alla scadenza naturale del suo mandato, per l’attività svolta e gli augura di poter conseguire anche in futuro i risultati sportivi ottenuti con i colori del Teramo.

 
 
 
 

 

 

  

 

Ufficio Stampa
 
 
 
 

 

 

Infine ci sentiamo di ringraziare tutti coloro che ci hanno permesso ancora (e Vi garantisco che erano pochi nell’agosto del 2008 coloro che ci credevano) di vedere quei colori correre sui manti erbosi, che ci hanno permesso di gridare forte e sempre più forte il nome del Nostro Teramo, che ci hanno fatto emozionare nonostante la categoria. Ci sentiamo di ringraziare quei giocatori che hanno SPUTATO SANGUE per i nostri colori, che non si sono arresi mai e che hanno onorato la nostra maglia dimostrando reale attaccamento al Teramo.

 

Un caloroso saluto al caro BRUNO, prematuramente scomparso nel settembre del 2008. Lui quest’anno ci sarebbe stato su quei freddi gradoni..lui non avrebbe lesinato forze ed energie per seguire il suo Teramo! Avrebbe cantato e gridato ed insieme a noi avrebbe poi gioito…

 

Pontevomano Vs Teramo (0 – 3)

Posted in News with tags , , , , , on 7 ottobre 2008 by Fabrizio

Partita brutta quella tra Pontevomano e Teramo, svolta su un terreno di gioco che non si può più definire tale (era persino difficile individuare le linee di delimitazione).

Buon pubblico valutabile in circa 1500/1700 unità.

Reti segnate da Orta,fusco e Colancecco, quest’ultimo certamente il migliore in campo.

Sicuramente da mettere in evidenza il tifo della magica curva est che è stato incessante, e negli ultimi minuti della partita, anche molto sentito.

FORZA TERAMO!