Archivio per pareggio

Grinta tenacia ed orgoglio. Buona la prima!

Posted in News with tags , , , , , , , on 18 settembre 2016 by Fabrizio

santarcangelo-teForse un pizzico di fortuna e di cattiveria in più, a pochi minuti dalla fine, avrebbero consentito ai ragazzi di mister Nofri di ottenere una tanto desiderata quanto meritata vittoria.
Il gol di Sansovini (al secondo gol stagionale) a 4 minuti dalla fine avrebbe illuso anche il peggiore dei pessimisti, ma quando il diavolo ci mette lo zampino fa si che karcalis non butti via una palla sul lato sx dell’area di rigore e che Croi segni l’ 1-1 di testa.

Il Teramo visto a Santarcangelo è un Teramo diverso nell’impostazione tattica (4-2-4 prima e 4-3-1-2 poi), ma molto diverso nell’atteggiamento. Pressing a tutto campo,ordine e spregiudicatezza sono le prime differenze che si vedono sul rettangolo di gioco; le 4 punte schierate dal principio (Forte Jefferson Sansovini e Petrella) sembrano voler lanciare un messaggio ben chiaro e questa cosa ci piace.

Ci piace pensare ad un Teramo arrembante e spregiudicato, ci piace pensare che questa squadra potrà osare e battersela con qualunque avversaria, ci piace pensare che non si getterà mai la spugna come accaduto ieri dopo il pareggio di Cori al 45°.
Proprio il finale, infatti, fa nascere maggiori recriminazioni vista la clamorosa traversa di Croce e la parata di Nardi su Capitanio.
Alla fine, comunque, nonostante i 2 punti persi, è da vedere il bicchiere mezzo pieno, anche in virtù di vari spostamenti tattici, dove alcuni giocatori sono stati posizionati su ruoli più adatti alle loro caratteristiche (vedasi Ilari che finalmente ha dimostrato di non essere il giocatore visto fino alla 4° giornata), e della grinta e caparbietà messa in campo.
Crediamo che si debba ripartire da questa prestazione per segnare l’inversione di tendenza e per iniziare, finalmente, un cammino mai intrapreso e ricominciare a sperare e forse anche a sognare!!!
BUONA LA PRIMA!!

FORZA TERAMO!

Il primo tempo finisce 1-1!

Posted in News with tags , , , , , , , , , on 29 maggio 2013 by Fabrizio

Questo slideshow richiede JavaScript.

La prima gara play-off fra Teramo ed Aprilia finisce 1-1. Un risultato che lascia ancora intatte le speranze di accedere alla finale da perte dell’11 bianco rosso visto i 90 minuti ancora da disputare in quel di Aprilia e visto il buon rendimento fuori casa del Teramo. Una gara quella di andata dove il Teramo innanzitutto è sembrato non volesse prenderle, per poi giocare all’arma bianca il secondo tempo anche se con la defezione di Bucchi. Già, Bucchi, l’ennesimo infortunio per lui che lo terrà fuori per certo per tutti i play off, pare infatti che si tratti di collaterale e crociato.
In campo Olcese non ‘è Bucchi, e si vede, così come Chovet non’è il solito Chovet, ma nonostante tutto, grazie ad un cross errato di Scipioni e la ribattuta in rete di Foglia sulla corta respinta del portiere si riportava in parità un match che poteva chiudersi anche con il 2-1, a nostro favore, se non fosse stata tolta al 41° dalla testa di Ferrani quella palla che doveva solo essere spinta in rete.
Insomma domenica ad Aprilia il Teramo dovrà lottare per un solo risultato, la vittoria, che a nostro avviso è nella possibilità di questa squadra, specie vedendo lo stato di forma di quasi tutti i giocatori. A tal proposito una nota di merito per il teramano Scipioni IMMENSO e per le continue buone, anzi ottime prove di un ritovato Foglia alla 4° marcatura consecutiva.
Altra nota di merito al pubblico, numeroso come non mai quest’anno, infatti eravamo almeno 2800-3000 sugli spalti di Piano D’Accio, che ha sotenuto e sospinto il teramo per 94’. Lo avevamo detto che Teramo nelle occasioni importanti ha sempre risposto presente e così sarà sempre.
FORZA RAGAZZI domenica un solo grido, VINCERE!

Teramo Chieti 1-1, partita dai vecchi sapori..

Posted in News with tags , , , on 27 marzo 2013 by Fabrizio

Questo slideshow richiede JavaScript.

Teramo Campobasso 1-1, sfida d’altri tempi

Posted in News with tags , , , , , on 11 gennaio 2013 by Fabrizio

Questo slideshow richiede JavaScript.

Teramo – Miglianico: ‘trasferta’ surreale..

Posted in News with tags , , , , , , , , , on 14 marzo 2011 by Fabrizio

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il paradosso di ieri? Che per vedere il Teramo giocare in casa ci siamo dovuti fare 150 km per arrivare in un paesello (con tutto il rispetto) all’interno di una conca e dove neppure abbiamo potuto vedere la partita, perchè per gentile concessione delle FDO di turno non potevamo avvicinarci allo stadio…
Una venticinquina gli audaci che si sono recati fino a Pescina, sotto la pioggia, con la quasi certezza di non poter vedere la partita. Ma lo scopo era quello di dire ‘ NOI NON MOLLIAMO! E VOI?’. I ragazzi che c’erano ieri, con borghetti, panini, timballo, frtittelle e acqua liscia al seguito non hanno mollato e ci credono, credono che il campionato possiamo terminarlo a testa alta..altissima. Certamente ieri contro il Miglianico si doveva vincere, vincere sul campo, ma credo che alla fine sia arrivato solo un pareggio (1-1) e per fortuna che i gol sono arrivati ambedue nella stessa porta, l’unica che si intravedeva da dove ci avevano fatto posizionare. Il Teramo manca in alcuni elementi che hanno avuto un involuzione incredibile nei vari Ferreira, Cerchia, Arcamone che sono la bruttissima copia dei giocatori visti nel girone d’andata. Metteteci le assenze di Borrelli e Scartozzi che sono l’anima del centrocampo, se non della squadra, che il dado è tratto. Siamo ancora primi dopo i pareggi di Rimini e Santarcangelo ed esserlo dopo 4 giornate dove si è raccolto un solo punto qualcosa vorrà dire…

Teramo Real Rimini: un occasione sprecata..

Posted in News with tags , , , , , , , , , , on 20 gennaio 2011 by Fabrizio

Questo slideshow richiede JavaScript.

Potevano essere 8, erano diventati 6, ma sono rimasti 5 i punti di vantaggio sul Rimini. Certamente con una gara in meno, Voi mi direte, ma la gara di ieri si poteva vincere, e dopo il primo tempo con la Santegidiese in vantaggio di 2 gol sul Rimini, al Romeo Neri, chi non aveva sperato in un +8 alla fine dei 90 minuti?
La gara contro il Real Rimini si è dimostrata un gara vera, difficile come nelle previsioni. Gara resa ancora più difficile dall’assenza di Scartozzi che a centrocampo fa la differenza e la sua assenza si sente davvero tanto, nonostante la discreta prova di Lorusso. Ieri a Piano D’Accio è successo quello che alcuni presidenti di altre squadre si auspicavano, e cioè, che la terna arbitrale fosse in qualche modo ‘condizionata’ da tutte le lamentele e le accuse mosse al palazzo dai suddetti presidenti. Un rigore a dir poco clamoroso, a 2 metri dall’arbitro, per un fallo evidentissimo su Orta non concesso, ne è la prova lampante. Per il resto il Teramo ha fatto tutto quello che ha potuto ma ieri non’era giornata, nonostante il Real Rimini non abbia mai impensierito la retroguardia BiancoRossa salvo un salvataggio sulla linea a causa di un errata uscita di Farò che anzichè cacciare la palla dall’area tenta la presa della stessa che gli sfugge.
A proposito della difesa Gabrieli e Ianni sono insuperabili e non la fanno vedere mai agli avanti del Real Rimini (Gabrieli di testa le prende tutte lui). Davanti invece un Gambino che fa reparto da solo (Orta è sembrato un pò appannato) che nella ripresa riusciva puntualmente a portarsi dietro 3 giocatori ma al momento della stoccata che poteva essere quella vincente ha invece l’idea, e non l’egoismo di attaccante che in quel caso sarebbe servito, di servire Arcamone che la mette sì dentro ma in fuorigioco. Lo stesso Arcamone poco prima aveva colpito l’incrocio dei pali di testa su angolo di Borrelli; proprio Borrelli oggi non’è sembrato lucido come in altre occasioni e la sua capacità di saltare l’uomo, di creare superiorità è mancata. Alla fine resta inalterato il vataggio sulle inseguitrici che pareggiano tutte. Peccato.

Allo stadio la presenza sugli spalti è stata discreta, nonostante il turno infrasettimanale, e buono l’apporto della curva che con cori secchi e costanza ha incitato i ragazzi per tutti i 90 minuti. Certamente si fosse giocata la gara in un giorno festivo sucuramente molto maggiori sarebbero state le presenze sugli spalti di uno stadio che ieri sembrava più ‘freddo’ che mai…

Cologna Paese – Teramo 0-0

Posted in News with tags , , , , , , , , , , on 1 ottobre 2009 by Fabrizio

Cologna Paese TeramoCologna Paese Teramo, tribunaGara che termina sul risultato di 0-0. Il Teramo affronta una buona squadra, ma che bada più alla sostanza, più a far sentire ‘i tacchetti’ che giocare a calcio.

Ne sono testimonianza l’infortunio di Taua, uscito dal campo in ambulanza, e i continui forti scontri subiti dagli avanti BancoRossi, nel caso specifico Orta.

Cari arbitri il Vs compito oltre che cercare di ‘arbitrare’ al meglio (e non ci riuscite quasi mai) è anche quello di tutelare la condizione fisica e l’incolumità dei 22 in campo. I cartellini sono proprio per evitare che ci siano delle situazioni che possano degenerare e magari portare a degli infortuni importanti e gravi!

SVEGLIA!

La partita: dopo pochi minuti vengono, ancora una volta come successo conntro il S.N.Sulmona domenica scorsa, stravolti i piani tattici di mister Izzotti che deve rinunciare a Taua causa infortunio suddetto. Si passa ad una sola punta con l’ingresso di Pierleoni che per la verità risulta essere un pò fuori dalla manovra per tutta la gara. Il calcio del cologna risulta essere un calcio molto aggressivo e fisicamente sempre al limite della regolarità, ma che non viene mai punito nel giusto modo dalla terna arbitrale. Terna ancora una volta pessima che fra l’altro sbaglia invertendo falli laterali, non assegnando punizioni , non effettuando ammunizioni e sbagliando fuorigioco fcili facili…ma siamo in eccellenza, direte. 

Secondo tempo con il Teramo più volenteroso, in effetti il Cologna non arriverà mai in area Teramana, ma il palo di Pierleoni, un paio di interventi importanti del loro estremo difensore e l’imprecisione di Orta (strano ma vero) fanno fissare il risultato finale sullo 0-0.

Buona affluenza di pubblico nonostante il turno infrasettimanale e l’orario. Sugli spalti ervamo in buon numero e sempre rumorosi, una cosa è certa bisogna tener duro, dobbiamo coninuare su questa falsa riga, dobbiamo cercare di non mollare mai! Il Teramo siamo Noi!